Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
post
Filter by Categories

12 Maggio 2023

Il progetto nei dettagli

Il progetto

Il progetto Smart ODR Tool (project no. 101101995) è stato interamente implementato dall’Istituto Nazionale per la Mediazione e l’Arbitrato – INMEDIAR, Organismo di Mediazione civile iscritto al n° 223 del Registro del Ministero della Giustizia e Organismo di conciliazione accreditato da ARERA, AGCOM e ART per le procedure di conciliazione obbligatorie in materia di energia, comunicazioni elettroniche e trasporti.

Il progetto è stato presentato rispondendo alla Call for proposal SMP-CONS-2022-ADR rivolta da EISMEA (European Innovation Council and SMEs Executive Agency della Commissione Europea) agli Organismi ADR (Alternative Dispute Resolution) europei, nell’ambito del Single Market Programme 2021-2027.

La fase realizzativa del progetto, approvato e cofinanziato dall’Unione Europea, è stata avviata ad aprile 2023 per la durata di 18 mesi (conclusione il 30 settembre 2024).

Dal 2021 INMEDIAR ha esplorato la possibilità di implementare l’Intelligenza Artificiale (IA) nei sistemi di risoluzione alternativa delle controversie: da questi studi è nato lo spunto per sviluppare e implementare una piattaforma ODR (Online Dispute Resolution) intelligente, denominata Smart ODR Tool, in grado di semplificare l’accesso dei consumatori a una procedura ADR efficace, rapida e a basso costo, e a rendere l’intervento dei tecnici (Conciliatori, Avvocati, Consulenti) più efficace ed efficiente.

Caratteristiche della piattaforma

Smart ODR Tool gestisce le procedure ODR, facilitando l’interazione delle parti in lite e supportando il Conciliatore, per negoziare un accordo conciliativo. Perciò, la Piattaforma implementa una serie che supportano la conciliazione tramite:

  • Standard WebRTC (Web Real-Time Communication), per comunicare a distanza in tempo reale e nel rispetto del GDPR (Reg.UE 2016/679), a tutela dei dati personali.
  • Algoritmi predittivi, per valutare razionalmente il costo opportunità delle opzioni conciliative e per prendere decisioni opportunistiche.
  • Interfaccia utente che differenzia i livelli di riservatezza, per aiutare il Conciliatore a riformulare rapidamente la lettura del conflitto in un’ottica collaborativa.
  • Routine statistiche storiche che stimano l’efficacia delle strategie adottate dai litiganti (big data), per rilevare i fattori di successo conciliativo.

Smart ODR Tool aiuta le parti a:

  • Valutare strategicamente se attivare o meno la procedura ODR.
  • Avviare tempestivamente la procedura conciliativa ODR.
  • Scambiarsi le informazioni nel rispetto del GDPR.
  • Valutare le soluzioni conciliative tramite un’intelligenza artificiale (IA).
  • Valutare le soluzioni conciliative tramite il supporto di un Conciliatore umano.
  • Definire la conciliazione con una soluzione giuridicamente rilevante.

Smart ODR Tool aiuta i Conciliatori a:

  • Visualizzare la “mappa del conflitto” in modo fluido e sintetico.
  • Ottenere suggerimenti dall’IA sui punti di vantaggio e di debolezza delle parti.
  • Visualizzare la Zona di Possibile Accordo (ZOPA).
  • Proporre i temi da discutere con le parti.
  • Tracciare gli interventi negoziali, per rimanere orientato agli obiettivi.
  • Sorvegliare e guidare lo scambio informativo in modo sincrono o asincrono.

Le fasi operative

  1. Immissione dei dati nella piattaforma.
    1. Le domande filtro guidano il consumatore attraverso la procedura di selezione dello strumento ADR appropriato alla materia trattata, guidando l’immissione dei dati e il caricamento dei documenti relativi alla lite.
    2. Le routine IA stimano e comunicano al consumatore i costi medi di gestione della lite in via aggiudicativa, che la parte proponente può correggere, e stimano il Punto di Resistenza (PdR) negoziale della parte proponente. I dati restano segreti.
    3. La piattaforma elabora una sintesi del conflitto e la notifica al fornitore, tramite posta elettronica certificata (PEC), per invitarlo a conciliare.
    4. La piattaforma acquisisce l’adesione o meno alla procedura ODR.
    5. Ciascuna parte può accedere alla propria area riservata, per consultare la propria posizione (PdR, costi, opzioni, ecc.) e per interagire nella procedura ODR.
    6. La piattaforma notifica ogni evento giuridicamente rilevante ai soggetti interessati.
  2. Negoziazione diretta tra le parti o tra i loro rappresentanti.
    1. L’IA calcola la soluzione che ottimizza l’accordo economico e armonizza gli scostamenti rispetto ai big data, informando le parti dell’esistenza di una soluzione matematica, ma senza rivelarla, per incentivare le parti a decidere in prima persona, negoziando direttamente in via asincrona. La Piattaforma segnala le scadenze alle parti e fornisce suggerimenti per negoziare professionalmente.
    2. L’interfaccia asincrona implementa uno spazio per scambiarsi le offerte o le richieste economiche o altre informazioni utili, anche di natura emotiva.
    3. La negoziazione diretta dura 18 giorni (inclusi i giorni festivi e i fine settimana).
    4. L’IA interpreta i messaggi, per apprendere le strategie conciliative più efficienti, da implementare nell’armonizzazione futura dei big data.
    5. La piattaforma sollecita le parti ad agire, a ridosso delle scadenze, e le informa circa lo spazio (min-max) di un accordo potenziale (ZOPA), identificato dalle soluzioni calcolate con gli algoritmi.
    6. Se le parti si conciliano entro 18 giorni, la piattaforma le aiuta a formalizzare l’accordo tramite un sistema di firma elettronica.
  3. Procedura di conciliazione.

    1. Se la negoziazione diretta fallisce, la Piattaforma attiva un Conciliatore umano, che analizza tutto il fascicolo della mediazione (compresi i messaggi scambiati tra le parti e le soluzioni calcolate dall’IA) e negozia con le parti nell’arco di 60 giorni (in modalità sincrona e asincrona, a discrezione del Conciliatore).
    2. Il Conciliatore (a propria discrezione) può facilitare l’accordo oppure può proporre alle parti una proposta conciliativa, che le parti possono accettare o rifiutare liberamente.
    3. Se le parti si conciliano, la Piattaforma le aiuta a formalizzare l’accordo tramite un sistema di firma elettronica.
    4. La Piattaforma notifica ogni evento giuridicamente rilevante ai soggetti interessati.
  4. Proposta conciliativa.

    1. Se la trattativa fallisce, la Piattaforma comunica la soluzione calcolata dall’IA, che le parti possono accettare o rifiutare liberamente.
    2. Se le parti si conciliano, la Piattaforma le aiuta a formalizzare l’accordo tramite un sistema di firma elettronica.

Documenti dei work packages (WP) sul progetto per lo sviluppo di Smart ODR Tool

  1. Diagramma riassuntivo generale della piattaforma.
  2. Diagramma del modello relazionale (IA).
  3. Assegnazione dei ruoli di progetto (D1.1).
  4. Rapporto conclusivo del progetto (D1.3).
  5. Libretto riassuntivo del progetto (D2.1).
  6. Relazione tecnica sulla versione Beta della piattaforma (D2.2).
  7. Relazione tecnica sulla versione finale della piattaforma (D2.3).
  8. Relazione sul design del sito promozionale (D3.2).
  9. Elenco dei seminari accreditati dal Consiglio Nazionale Forense (D3.4).

Archives

Nessun archivio da mostrare.

Categories

  • Nessuna categoria
Traduci